Guide

Ciotole per gatti: ecco come sceglierle!

Scegliere tra le tante ciotole per gatti in commercio può sembrare un giochetto da ragazzi, magari una scelta da fare in base al prezzo e buonanotte ai suonatori. Eh no, cari Gattolici! Concentratevi due minuti nella lettura di questa semplice guida e, ne siamo sicuri, andrete a cambiare anche voi la ciotola del vostro micio!

Partiamo dal presupposto che le ciotole per gatti non sono tutte uguali. Generalmente, quelle più vendute nei negozi di animali sono quelle in plastica o quelle in acciaio, solo più raramente vengono proposte quelle in ceramica. Ma sapevate che il materiale della ciotola può davvero influenzare le abitudini alimentari dei vostri gatti e, di conseguenza, anche il loro benessere? Bisogna quindi scegliere con estrema cura, a seconda dei casi e delle esigenze del vostro micio.

Per scegliere la ciotola perfetta, bisogna tenere in considerazione tre elementi: il materiale, la forma e le dimensioni.

Il materiale delle ciotole è importante

Le ciotole in plastica sono tra le più vendute in assoluto. Probabilmente perché costano davvero poco e all’apparenza sembrano anche resistenti. Tuttavia, vanno bene solamente in alcune circostanze, ma bisognerebbe evitarne l’uso il più possibile. Questo perché la plastica è un materiale soggetto a usura e con i vari lavaggi e usi, tende a deteriorarsi. Si vanno così a creare alcune piccole fessure, spesso invisibili all’occhio umano, nelle quali tendono ad annidarsi piccole particelle di cibo. Queste possono creare cattivi odori che possono portare il gatto a rifiutare il cibo in quella ciotolina.

Sarebbe meglio utilizzare delle ciotole in metallo, specialmente quelle in acciaio inox che sono resistenti, non arrugginiscono e soprattutto sono molto semplici da pulire. L’unico vero difetto delle ciotole in metallo è che possono risentire delle variazioni di temperatura, specialmente se queste sono esposte al sole. C’è, comunque, chi utilizza le ciotole in metallo messe a terra, per cercare di tenere l’acqua più fresca un po’ più a lungo. Chiaramente, però, scegliere una ciotola in metallo e lasciarla fuori al sole è altamente sconsigliato!

Infine, ci sono due materiali che usiamo quotidianamente anche noi, ossia ceramica e vetro. È vero che possono rompersi più facilmente, ma sono anche quelle che non hanno problemi di usura, si puliscono senza fatica e non risentono delle temperature come invece succede alle ciotole in metallo. Tra l’altro, vanno bene sia per l’acqua che per il cibo – secco o umido – perché non li condiziona in alcun modo, né assorbono gli odori.

Piccola o grande? Le dimensioni contano

Oltre alla questione materiale, entra in gioco anche un altro aspetto importante: la dimensione e la forma della ciotola. Spesso non si tiene in considerazione che alcune ciotole, specialmente quelle coi bordi alti, diventano fastidiose per alcuni gatti. Questo perché quando mangiano o bevono vanno a toccare con le loro vibrisse i bordi e poiché queste sono molto sensibili, possono portare il micio a infastidirsi. Meglio, dunque, optare per ciotole dai bordi bassi e con una base molto larga, così che i vostri gatti possano tranquillamente usarle senza alcun problema!

 

Back to top button