Guide

Cosa fare se il gatto è sovrappeso

Se per qualche croccantino di troppo e tanta pigrizia il gatto è in sovrappeso, c’è una sola soluzione: metterlo a dieta. Bando ai sensi di colpa però; nutrire è un atto d’amore, per questo va fatto nel migliore dei modi.

Proprio come accade per gli esseri umani, il cibo può trasformarsi in gratificazione o simbolo di attenzione; abitudini dannose che portano al sovrappeso. Se si è incappati in questi errori nessun problema; ecco qualche consiglio per tornare sulla buona strada.

Scegliere la giusta alimentazione

La corretta alimentazione è un obiettivo da perseguire sempre, non solo in caso di sovrappeso del gatto. In ogni caso, meglio capire se il proprio animale è fuori peso forma. È sufficiente toccare il torace e sentire le costole al tatto; se succede con difficoltà, molto probabilmente è arrivato il momento di mettere a dieta il micio.

Il primo passo è offrirgli una alimentazione corretta. I consigli personalizzati del veterinario sono sempre preziosi, ma ci sono linee basilari da conoscere. Il gatto è un animale carnivoro, quindi ha bisogno di più proteine per avere la giusta energia e per una sana muscolatura. Moderazione quindi nell’uso dei croccantini, che spesso hanno invece un’alta concentrazione di carboidrati e poche proteine animali. Anche se il gatto li predilige, non eccedete: ricordate che prendersi cura dell’alimentazione del gatto è il primo gesto d’affetto da mettere in pratica.

L’idratazione è un’alleata fondamentale della salute di tutti gli esseri viventi.  Assicuratevi che il vostro gatto abbia sempre acqua pulita e in abbondanza; un modo anche per limitare la ricerca di cibo.

La quantità di cibo giusta per evitare un gatto diventi obeso

Ma qual è la giusta quantità di cibo da dare a un gatto? Per avere un dato esatto, occorre conoscere alcuni dati importanti,e fra questi, anche l’età: il gatto tende a ingrassare più facilmente fra i 2 e i 10 anni, mentre i mici più giovani o più anziani mantengono meglio il peso. Anche la sterilizzazione influisce sul peso del gatto, perché ne varia il metabolismo; agendo sugli ormoni, rallenta il metabolismo dell’animale di circa il 25%.

Se il gatto è già in sovrappeso, oltre a tenere in considerazione la qualità, è indispensabile passare ad una riduzione delle quantità di cibo messe a disposizione. Un provvedimento necessario ma da applicare gradatamente. La riduzione di cibo improvvisa può avere delle conseguenze spiacevoli per il proprio gatto, e non solo a livello comportamentale. Oltre al disorientamento per un incomprensibile cambio delle abitudini, l’azione drastica ha effetti negativi sul risultato a livello fisico. Un dimagrimento troppo veloce, infatti, può causare un accumulo di grassi nel fegato a causa di un cambio dell’energia nell’organismo.

Nella seguente tabella, vediamo le quantità di cibo – indicato in grammi – da dare al proprio gatto nell’arco delle 24 ore. Come noterete, fattori come peso, attività ed età sono determinanti.

PESOAdulto sedentarioAdulto AttivoCucciolo
da 0,5 a 0,9 Kg --da 19 a 26 g
da 0,9 a 2,3 Kgda 19 a 26 gda 26 a 39 gda 26 a 39 g
da 2,3 a 3,2 Kgda 26 a 39 gda 39 a 58 gda 39 a 58 g
da 3,2 a 4,5 Kgda 39 a 52 gda 58 a 78 gda 58 a 78 g
da 4,5 Kg a 5,9 Kgda 52 a 78 gda 78 a 116 gda 78 a 116 g
da 5,9 a 7,3 Kgda 78 a 116 gda 116 a 155 g-

Poniamo il caso che il vostro gatto pesi 8 Kg, ma il suo peso ideale sarebbe 6 Kg. La dose corretta sarebbe attorno ai 78 grammi. Ma se il gatto è abituato a mangiare il doppio, è impensabile ridurre drasticamente il cibo. L’ideale sarebbe ridurre la dose di 5 grammi a settimana fino ad arrivare alla dose consigliata, monitorando al tempo stesso il suo peso corporeo.

Aumentare l’attività fisica

Come per noi essere umani, muoversi permette di mantenere il peso forma. Contrastare la pigrizia del micio significa il più delle volte evitare di arrivare a dover limitare le porzioni di cibo.  L’attività fisica inoltre non aiuta solo il peso forma, ma mantiene in salute muscoli, articolazioni e apparato cardio circolatorio. In aggiunta migliora l’umore del vostro micio: gli animali in sovrappeso possono essere spesso di malumore o poco reattivi.

Gli accorgimenti per invogliare il gatto a muoversi di più sono semplici. Per esempio, posizionare il cibo in alto, in modo che il gatto debba arrampicarsi per prenderlo. La stimolazione al gioco, inoltre, permette di fare la giusta quantità di movimento e di migliorare la vostra relazione.

 

Back to top button