Comportamento del Gatto

Movimenti della coda: ecco cosa significano

Ogni mossa è un messaggio

Siamo tutti d’accordo: una delle parti più affascinanti e misteriose del gatto è la sua coda, così soffice e avvolgente, capace di movimenti ipnotici. Un elemento fondamentale del suo corpo, che gli permette di mantenersi in equilibrio, ma che al tempo stesso ci racconta tanto sullo stato d’animo del nostro micio.

Attraverso la coda, il gatto riesce a comunicare sia con i propri simili sia con l’uomo. Noi umani, chiaramente, abbiamo bisogno di interpretare il significato che si nasconde dietro ai movimenti di coda più comuni. In questo modo, saremo in grado di cogliere i messaggi che il nostro gatto vuole mandarci e di instaurare con lui un rapporto ancora più profondo.

Prima di passare ad analizzare i movimenti più comuni della coda del gatto e capire cosa vogliono trasmetterci, ricordiamo che i mici generalmente non amano farsi accarezzare la coda. Trattandosi di un punto delicato, potrebbe facilmente indispettirsi, anche se a farlo è il coinquilino umano con il quale ha un ottimo rapporto. Un consiglio: meglio concentrarsi in zone per lui più piacevoli, come intorno al mento e alle orecchie. Se proprio non resistete, fategli dei grattini proprio poco sopra la base della coda: in genere, da quelle parti, lo adorano!

Coda alta che “vibra”

Dipende dalle situazioni in cui compare: nella maggior parte delle volte, indica che il gatto è amichevole e felice di vederci. In altre occasioni – per esempio se ci troviamo in un ambiente nuovo – indica anche che il gatto si sta preparando a marcare il territorio con una “spruzzatina” di pipì.

Coda a “punto di domanda”

È il segnale più bello che può mandarci il gatto ed equivale al cane che scodinzola: se il nostro micio mette la coda così quando arriviamo, vuol dire che ci sta salutando calorosamente o che comunque è molto felice e si sente amato. Solitamente, in queste situazioni fa anche le fusa.

Coda arcuata con la punta in basso

Al contrario, se la coda è inarcata ma la punta si rivolge verso il basso, vuol dire che il gatto sta pianificando qualcosa, probabilmente un attacco in reazione a qualcosa che lo ha spaventato.

Coda raccolta attorno al corpo

Si tratta di una posizione di relax per il gatto: la assume generalmente quando è seduto. È il suo messaggio al mondo per dire che si sente a proprio agio, è tranquillo ed è in una situazione confortevole.

Coda tenuta sotto al corpo

Diversamente dal punto precedente, se il gatto mette tutta la coda nascosta sotto il corpo, è un chiaro segnale di allerta: vuol dire, infatti, che si trova in una situazione che lo mette fortemente a disagio. Spesso, la coda sotto il corpo si accompagna con altri segnali, come una posizione accovacciata, orecchie all’indietro e pupille dilatate.

Coda grossa

Quando la coda del gatto si gonfia e diventa particolarmente gonfia e grossa, vuol dire che il gatto è particolarmente impaurito e attiva questo meccanismo di autodifesa: si tratta, insomma, di un tentativo di sembrare più imponente e minaccioso. Di solito, per aumentare l’effetto, il gatto gonfia anche il pelo di tutto il corpo.

Coda che si muove da un lato all’altro (tutta la coda o solo la punta)

Si tratta di un movimento molto sinuoso e suggestivo, ma in realtà indica che il gatto si trova in un momento di conflitto interiore o di inquietudine dovuta al non sapere bene come gestire una particolare situazione. Capita, per esempio, se il gatto ha un dolore fisico o anche quando, dalla finestra, guarda fuori ed è indeciso se provare a uscire o rimanere in casa.

Back to top button